Ecco i vincitori della terza call della prima edizione di “Boost Your Ideas”

Lazio la Regione dellinnovazione

La Regione Lazio ha premiato i vincitori della terza call della prima edizione di “Boost Your Ideas”.

L’evento si è svolto presso il Talent Garden Ostiense e ha visto la partecipazione, tra gli altri, del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dell’assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Startup e Innovazione, Paolo Orneli, del presidente di Lazio Innova, Nicola Tasco, del direttore generale di Lazio Innova, Andrea Ciampalini, del direttore degli Spazi Attivi Open Innovation di Lazio Innova, Luigi Campitelli.

I vincitori

  • HEREMOS, primo classificato, vince 20mila euro e servizi specialistici. Si tratta di un sistema indossabile innovativo che permette il monitoraggio dei 6 parametri vitali fondamentali del paziente. La tecnologia blockchain ne garantisce sicurezza, condivisibilità ed integrità. Attraverso l’analisi dei dati acquisiti e di algoritmi specifici è possibile estrapolare modelli e indici predittivi, per consentire una pronta valutazione dello stato di salute del paziente.

Ciascuno dei seguenti progetti si aggiudica invece 5mila euro e servizi specialistici:

  • Pytia Research Project – un progetto di impresa innovativa che si prefigge di supportare investitori privati e istituzionali fornendo l’accesso a segnali e strumenti alternativi per il monitoraggio e la previsione di trend azionari;
  • Protein Italy – propone di utilizzare la farina d’insetto in sostituzione delle farine vegetali e di pesce. La produzione di questa alternativa ecosostenibile prevede l’allevamento di Hermetia illucens, nutrite con scarti della filiera agro-alimentare;
  • Al Volo – un’applicazione mobile che permette agli utenti di acquistare dai negozi di quartiere risparmiando tempo e denaro. L’acquisto avviene direttamente dallo smartphone, scegliendo una fascia oraria per il ritiro presso il punto vendita selezionato;
  • TACTIVITY – un dispositivo ludico abilitativo, destinato a favorire l’esercizio della percezione tattile nelle persone con disabilità visive in maniera divertente e stimolante;
  • NETABOLICS – permette di testare l’effetto di nuovi farmaci su repliche digitali di cellule umane, tramite una tecnologia proprietaria in attesa di brevetto basata su intelligenza artificiale e biosimulazioni;
  • PRIAMUS – uno strumento informatico per il controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi all’utilizzo di sostanze pericolose negli impianti industriali;
  • Medory – un’applicazione per la gestione dei dati sanitari personali e permettere una migliore interazione tra pazienti e medici, garantendo la massima sicurezza;
  • HQVillage – un nuovo concept di “sede aziendale diffusa”, un mix fra albergo diffuso e campus aziendale. Tramite piattaforma digitale è possibile selezionare i migliori borghi dove poter lavorare e vivere temporaneamente;
  • Sustainable Development Solutions – un software gestionale che implementa un sistema di KPIs quantitativi e qualitativi per una pianificazione strategica e sostenibile delle aziende;
  • e-CO2 – una piattaforma ESG modulare e scalabile (SaaS) che permette di internalizzare i processi ESG invece di affidarli in outsourcing ed evitare il data-entry annuale automatizzando la raccolta delle informazioni già contenute nei sistemi informativi attraverso APIs.

 

“È con questo ecosistema, sempre più vitale, con le università, con le realtà istituzionali e partner finanziari e industriali che dobbiamo scrivere la storia dei prossimi anni, in sintonia con gli obiettivi del PNRR e della nuova programmazione 2021-27. Ora si tratta di fare un salto nel futuro – ha commentato Zingaretti, aggiungendo – “ricerca e innovazione sono tra le grandi priorità a cui destiniamo i grandi investimenti a disposizione in questa fase storica: una grande missione comune per realizzare un nuovo modello di sviluppo, nel segno della sostenibilità e della produzione di benessere diffuso. Insieme, renderemo sempre più Roma e la nostra regione un punto di riferimento nazionale ed europeo per la ricerca, l’impresa e l’innovazione, elaborando soluzioni e opportunità per migliorare la vita delle persone”.

Secondo l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start Up e Innovazione Paolo Orneli: Il Lazio si conferma sempre di più come regione dell’innovazione” ha dichiarato “Con le idee e con i progetti di Boost Your Ideas non ci siamo mai fermati, anche durante la pandemia grazie al sostegno della Regione sono nate startup e sono state finanziate idee innovative, gettando le basi di una nuova idea di sviluppo basata sull’innovazione e sulla capacità progettuale di tanti giovani. Visto il successo delle prime edizioni, la Regione oggi rilancia con nuove edizioni, continuando a sostenere tanti altri progetti e soprattutto mettendo in comunicazione diretta il mondo della ricerca con quello della produzione. Un circolo virtuoso che creerà un nuovo modello di sviluppo e farà ripartire la nostra regione”.

“La sfida del nostro tempo è dare impulso a un nuovo sistema economico e produttivo che disancori lo sviluppo dal consumo delle risorse naturali, che sono finite, e che consenta a quest’ultime di riprodursi e rinnovarsi. Un nuovo modello di sviluppo sostenibile e resiliente che garantisca la sopravvivenza di persone, ecosistemi, imprese e la stabilità delle nostre filiere produttive. Ne è un esempio il mondo della finanza che ormai ha incluso anche i rischi ambientali e climatici tra i parametri per i suoi investimenti. Per vincere questa sfida abbiamo bisogno di soluzioni innovative e di un grande spirito di squadra e collaborazione tra Istituzioni, imprese, ricerca e cittadini. Ognuno di noi col proprio contributo può fare la differenza”, ha dichiara Roberta Lombardi, assessora alla Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale della Regione Lazio.

 

Scarica la Determina di approvazione della graduatoria finale e assegnazione dei premi della Seconda Call